e-commerce: i nuovi trend dello shopping online

Se hai un e-commerce o un’attività commerciale basata prevalentemente online, ci sono degli aggiornamenti da parte di Google che ti interesseranno senz’altro. In uno studio recentemente pubblicato su Thinkwithgoogle (la piattaforma di condivisione di risorse e studi di digital marketing promossa da Google, qui disponibile anche in italiano) il gigante di Mountain View illustra come l’avvento del digitale stia avendo un impatto determinante sul modo in cui gli utenti effettuano acquisti online.

In linea generale Google individua un cambiamento fondamentale introdotto dai dispositivi mobili, che è quello che viene reso con il termine recentemente coniato di “micro-momenti”. Questo neologismo sta semplicemente a significare che l’uso di dispositivi mobili incentiva l’insorgere di intenzioni d’acquisto prese sul momento e in qualsiasi luogo. In questi momenti, che proprio per la natura dell’esperienza mobile sono momenti brevi e di passaggio (la sosta alla banchina del bus, un breve tragitto in metropolitana, l’attesa in ascensore) i consumatori si aspettano che le aziende rispondano ai loro bisogni in maniera rilevante e in tempo reale. In poche parole, in un’esperienza di consumo fortemente frammentata, le aziende che vogliono acquisire clienti devono saper “agganciare” l’utente al momento giusto, con il messaggio giusto.

I micro-momenti e la frammentazione dell’esperienza d’acquisto

I principali micro-momenti individuati da Google sono 4 e riflettono quattro attitudini basilari degli utenti che si interfacciano a un’azienda o a un prodotto a partire da un dispositivo mobile. Ecco di seguito alcuni dei dati più significativi resi pubblici da Google:

  • Voglio sapere: il 66% degli utenti usa lo smartphone per ottenere maggiori informazioni su un prodotto che ha visto durante un video promozionale in TV.
  • Voglio andare: le ricerche locali tramite smartphone (“nelle vicinanze”) sono raddoppiate nell’ultimo anno.
  • Voglio fare: le ricerche di istruzioni e tutorial che iniziano con “come…” aumentano del 70% ogni anno.
  • Voglio comprare: l’82% degli utenti consulta il proprio smartphone quando si trova in un negozio per decidere se effettuare un acquisto o meno.

Soprattutto considerando che il 90% degli utenti non sa esattamente in quale negozio effettuerà l’acquisto nel momento in cui inizia la propria ricerca, si capisce come diventi decisivo per ogni online shop essere presente al momento giusto e battere la concorrenza.

 “Il 69% degli utenti mobile concorda nell’affermare che la qualità, le tempistiche o la rilevanza di un messaggio aziendale influenzano la loro percezione del brand.”  

Google individua tre strategie essenziali e basilari per chiunque abbia un’attività online:

  1. Essere presenti: avere un sito mobile-friendly aumenta la possibilità di accrescere la brand awareness del 46%
  2. Essere utili e rilevanti: il 51% degli utenti ha concluso l’acquisto presso un’altra azienda rispetto a quella dalla quale voleva acquistare inizialmente, perché l’informazione fornita dalla prima è stata considerata come più pertinente e rilevante in base alla necessità del momento
  3. Essere veloci: il 29% degli utenti passa a un altro sito web se quello che sta consultando non si carica abbastanza velocemente o se il sito richiede di effettuare troppi passaggi prima di arrivare all’acquisto (il tempo medio di attesa stimato si aggira intorno a un max. di 3 secondi).

Siete pronti per la rivoluzione mobile?

Per rispondere a questa domanda cruciale, Google propone di sottoporci a una sorta di test e di domande di autovalutazione. Prendete in considerazione le chiavi di ricerca inerenti al vostro business che hanno un traffico più elevato (per analizzare il traffico relativo a determinate parole chiave si può usare il Keyword Planner di Google AdWords). Cercate le parole chiave in Google: siete presenti tra i risultati di ricerca? A quale tipo di intenzione del consumatore vi state rivolgendo con la vostra strategia di marketing per dispositivi mobili? Quanto è grande la distanza rispetto alla strategia che utilizzate per desktop? Il vostro sito è presente nelle diverse fasi del processo di acquisto, e riesce a rispondere a diverse esigenze e curiosità dei consumatori, o prende in considerazione soltanto l’aspetto legato all’acquisto?

L’avvento della tecnologia mobile e dei cosiddetti “micro-momenti” segna quindi il discrimine tra gli e-commerce che sapranno reinventarsi e rispondere in maniera efficace alle nuove tendenze dei consumatori online, e chi invece condannerà la propria attività a sparire letteralmente dagli annali della storia del Digitale. Delle due alternative, la prima non è poi tanto difficile da raggiungere. Il nostro consiglio: iscrivetevi al portale di digital marketing promosso da Google, leggete e informatevi. Le risorse online di sicuro non scarseggiano, e sono tutte gratuite.

Ti piace questo articolo? Condividilo con i tuoi contatti!

Tags: , , , ,

Trackback from your site.

Giulia Bertani

Giulia Bertani è Assistente Marketing presso Segretaria24.it. In questo blog si occupa di temi di interesse per liberi professionisti e imprenditori che desiderano migliorare la propria produttività e ampliare il proprio portfolio clienti.

Leave a comment

Fai crescere la tua impresa con il nostro servizio di segretariato a distanza.

Con noi assicuri alla tua attività una reperibilità telefonica ottimale, anche 24h su 24:

  • ✓ Gestione chiamate, agenda appuntamenti, e servizio fax virtuale
  • ✓ Segretariato madrelingua anche in inglese, tedesco, francese e spagnolo
  • ✓ Applicazione smartphone gratuita per iOS e Android
  • Richiedi un’offerta senza impegno e per il tuo primo mese ottieni un bonus di 25 € sulle telefonate e zero costi di canone.

    Le informazioni fornite saranno archiviate in conformità con la nostra politica sulla privacy per elaborare la vostra richiesta di contatto.

    Posso revocare questo consenso in qualsiasi momento.*