11 buoni motivi per rispolverare un vecchio telefono

La settimana scorsa, mentre rovistavo tra i miei cassetti, ho riesumato un vecchio telefono, che dire “old school” è poco. Lo vedete nella foto qui sotto, è un Nokia 1110.

Nokia-1110

Subito ho provato a collegarlo e – devo dire con mia sorpresa – ha ripreso a funzionare perfettamente. Ho quindi deciso di fare un test: abbandonare il mio smartphone per una settimana e riscoprire l’ebbrezza di utilizzare un telefono di 10 anni fa: niente internet, niente WhatsApp, niente Facebook, niente di niente insomma. A conclusione di questa settimana in stile “anni ’90”, devo dire che i vantaggi rispetto ai cosiddetti “telefonini intelligenti” sono più di quelli che mi sarei aspettata. Ecco quindi 11 buoni motivi per tornare ad utilizzare i telefoni di vecchia generazione:

1) Riduci le interruzioni.

Inevitabilmente, anche se decidi di ignorare le suonerie delle chat o i segnali luminosi che il tuo smartphone ti manda quando qualcuno ti scrive, questi stimoli catturano la tua attenzione mentre stai svolgendo altre attività, e interrompono irrimediabilmente il tuo flusso di concentrazione. Con un vecchio telefono ricevi solo SMS e telefonate, e puoi dedicarti ad altre attività senza essere disturbato ogni 5 minuti.

2) Hai meno distrazioni.

Perché guardiamo i nostri smartphone decine di volte al minuto, anche quando siamo a casa e potremmo benissimo consultare la posta o leggere le notizie dal nostro computer fisso? Credo che questa tendenza sia dovuta alla componente “visiva” alla quale gli smartphone ci danno accesso, che manca totalmente nei telefoni di vecchia generazione. Questa componente visiva, che ormai fa parte anche delle chat (popolate di emoticons, immagini e foto), ci dà la sensazione di accedere ad una realtà “emotiva” in cui siamo costantemente chiamati a partecipare. Per quanto questo aspetto possa avere anche dei lati positivi, comporta necessariamente distrazioni non necessarie nella nostra vita di tutti i giorni. “Tagliandoti fuori” da questa realtà emotiva, un vecchio telefono ti permette di vivere i momenti della giornata con meno distrazioni e quindi in maniera più intensa e più “realisticamente emotiva”.

3) Non hai accesso alle email del lavoro e alle richieste del tuo capo.

Anche se nessuno ti obbliga a rispondere alle email di lavoro fuori dall’orario d’ufficio, soltanto la possibilità di accedervi da casa o durante il tempo libero è un notevole fattore di stress. Con un vecchio telefono elimini il problema alla radice.

4) Ti rende la vita più sicura.

smartphone-rosa

Con un vecchio telefono non cederai più alla tentazione di leggere i messaggi mentre attraversi la strada e potrai così finalmente accorgerti se qualcuno sta per investirti!

5) Ti fa apparire una persona più “normale”.

selfie

Smetterai finalmente di farti selfie mentre sei in fila alle poste o mentre stai aspettando che ti servano il pranzo al ristorante.

6) Risparmi energia.

È provato: la batteria del mio nokia vecchio di 10 anni dura fino a 3 giorni consecutivi – e anche di più se non utilizzi la torcia integrata – contro le 20 ore di un nexus 5 nuovo di zecca. Ovviamente la maggiore durata della batteria dipende dalle funzionalità estremamente limitate del vecchio telefono, che quindi consumano anche di meno. Tuttavia, decidere di rinunciare a determinate funzionalità ha anche i suoi vantaggi: oltre a risparmiare energia, sarà anche difficile restare improvvisamente con la batteria “a secco” mentre sei in viaggio, e quando prenoti un tavolo al ristorante non dovrai per forza di cose richiederne uno vicino alla presa della corrente…

7) Riscopri il piacere della geografia.

mappa

Sempre per restare in tema di viaggio, un altro vantaggio determinato dall’utilizzo di un vecchio telefono è che puoi riscoprire il piacere di consultare un atlante stradale durante viaggi o spostamenti in città che non conosci. Siamo talmente abituati ad utilizzare il navigatore anche quando potremmo benissimo farne a meno, che rischiamo alla lunga di perdere le nostre capacità di orientamento. Con un vecchio telefono possiamo tornare ad allenarle!

8) Riduci gli sprechi di tempo.

Ti è già capitato di accedere a internet per cercare qualcosa di specifico, ma di averlo dimenticato subito dopo per aver ceduto alla “tentazione” di dare un’occhiatina a facebook? Scommetto di sì. Con un vecchio telefono, tutto il tempo che normalmente sprechi a indugiare sui social network o a chattare lo puoi dedicare a qualcosa di più bello e costruttivo: leggere un libro, curare le tue piante, o anche solo pensare… insomma, vivere.

9) Hai una scusa in più per evitare gli scocciatori.

Se non hai voglia di rispondere ad un messaggio, o ti dimentichi di farlo, puoi sempre mettere la scusa di non averlo ricevuto… chissà, magari perché il tuo telefono è vecchio e poco affidabile…?

10) Non rischi di sporcare lo schermo.

Puoi scrivere un messaggio e telefonare anche mentre stai mangiando senza timore di ungere il monitor del telefono.

11) Puoi usarlo come “valvola di sfogo”…

Mai provata una sensazione del genere? Scommetto di sì. Se la telefonata va a finire male, con un vecchio telefono puoi anche permetterti il lusso di lanciarlo per terra o contro il muro (magari senza far male a nessuno): non gli farai un graffio e continuerà a funzionare perfettamente. In ogni caso è bene non esagerare!

Molto probabilmente dopo questo elogio tornerò comunque ad utilizzare il mio moderno e multifunzionale smartphone, ma lo farò in maniera diversa, più consapevole. L’esperienza fatta in questa settimana è stata rivelatrice sotto diversi aspetti.

E tu? Hai mai fatto una prova del genere? Hai altri buoni motivi che potremmo aggiungere alla lista? Lascia un commento per raccontare la tua esperienza!

Ti piace questo articolo? Condividilo con i tuoi contatti!

Tags: , ,

Trackback from your site.

Giulia Bertani

Giulia Bertani è Assistente Marketing presso Segretaria24.it. In questo blog si occupa di temi di interesse per liberi professionisti e imprenditori che desiderano migliorare la propria produttività e ampliare il proprio portfolio clienti.

Comments (16)

  • Avatar

    anonymous

    |

    sacrosante parole…le persone oramai non sanno più pensare senza uno smartphone e mi aggiungo nella black list !!! ho riscoperto da poco i vantaggi del vecchio telefono e sinceramente non li disprezzo affatto apparte il t9!!! good life!!!

    Reply

  • Avatar

    antonella

    |

    Mi manca solo un piccolo trasloco. Quello della sim! Ho ordinato on line il nuovo Nokia 150, che promette una durata della batteria quasi infinita. Basico come i vecchi cellulari. Benché io non sia social e non usi lo smartphone per lavoro, le occhiate a questo piccolo aggeggio erano diventate troppo frequenti e la possibilità di navigare mi aveva distratta dalla realtà (quanto meno secondo i miei standard). Economicamente il mio piano telefonico sembrava vantaggioso ma spesso mi sono ritrovata ad acquistare giga e mensilmente i costi erano diventati lievemente salati. Facendo le dovute considerazioni, alla fine mi basta telefonare, ricevere una chiamata, inviare e ricevere sms (pochi). Sarà semmai una delusione per chi mi ha regalato lo smartphone a Natale e per chi risparmia contattandomi con whatsapp. Pazienza! E così ho deciso di essere vintage!

    Reply

    • Avatar

      Giulia Bertani

      |

      ciao Antonella,
      grazie per aver condiviso la tua esperienza con noi 🙂 Se vuoi il mio spassionato parere, hai fatto benissimo e penso proprio che quel “piccolo aggeggio” non ti mancherà per niente, anzi. Ho fatto la stessa scelta anche io proprio perché, come te, mi ero resa conto che il telefono era diventato uno spreco di tempo e che il fatto di sentirmi più connessa era in fondo soltanto un’illusione. Anche io come te ho capito che quel telefono così intelligente rischiava invece di impoverire la mia esperienza quotidiana e le mie relazioni con chi mi stava intorno. Ho anche sperimentato come il “ritirarsi” da applicazioni come whatsapp costituisca un ottimo metodo per fare selezione tra le amicizie, facendomi capire chi fossero gli amici veri, quelli che ti fanno ancora gli auguri di buon compleanno chiamandoti al telefono o mandandoti un tradizionale sms, anziché scrivere un triste “auguri” sulla tua bacheca di facebook, per intenderci. In generale quindi: viva l’analogico, viva il vintage (purché non troppo hipster) e ben venga il nuovo Nokia 150!
      Giulia

      Reply

  • Avatar

    warner

    |

    Daccordissimo con voi,mai avuto lo smartphone e mai ne prendero’ uno la tecnologia va secondo me usata con moderazione,quanti se ne vedono camminare appiccicati allo schermo o peggio alla guida,e ogni tre minuti un bip che suona…
    Mio buon vecchio Nokia in 9 anni ha fatto piu’ voli che un concorde e funziona sempre,inoltre batteria dura.Quello serve c’e’ il resto lo lascio a chi ne sente il bisogno.

    Reply

  • Avatar

    alex

    |

    …fino a gennaio scorso avevo sempre un vecchio telefono Nokia, poi, assillato dalla moglie, ho deciso di provare lo smartphone…..beh, ritengo, dopo 8 mesi, di aver concluso l’esperienza e di poter tranquillamente tornare al “vecchio”……
    …mi mancherà solo il navigatore, ma me ne sono preso uno che fa solo quello!!!!
    E per chi fa, come dico io, del “razzismo tecnologico” perchè non vuol spendere ogni tanto 12 centesimi di sms…..problemi loro.

    Reply

  • Avatar

    Nicola

    |

    Articolo molto interessante. Sto ragionando di fare lo stesso…passo dietro lo smartphone ore e ore, ogni volta che posso, e comincio a vederlo più come un problema che uno strumento davvero utile. Ricevere messaggi, notifiche, il sentirsi in obbligo di rispondere, l’avere il telefono acceso anche alle tre di notte…tutto questo mi crea un’inutile ansia. Credo proprio passerò dal mio iphone ad un bel nokia e vedremo come andrà. Grazie per aver condiviso la tua storia, è stata di ispirazione 🙂

    Reply

    • Avatar

      Giulia Bertani

      |

      Ciao Nicola, grazie a te per aver letto il nostro articolo e aver condiviso con noi la tua esperienza 🙂 Poi facci sapere come è andato l’esperimento. Buona disintossicazione da smartphone nel frattempo!
      Giulia

      Reply

  • Avatar

    Marco

    |

    Ma allora non siamo pochi !!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Meraviglioso………..
    11 punti che riassumono tutto.
    Felice di non aver seguito “il così fan tutti” e di aver tenuto la mia “scatolina” ….. così la
    definisce mia figlia.
    Marco

    Reply

    • Avatar

      Giulia Bertani

      |

      Ciao Marco, grazie per il tuo commento! 🙂

      Reply

  • Avatar

    Mary

    |

    Articolo interessante.. Sto pensando di fare lo stesso anche io.. Soltanto che non ho internet sul pc e gli acquisti e le cose le faccio maggiormente sul cellulare.. La cosa che mi frena è come fare per le fotografie (che amo molto fare) e gli sms, ora i piani tariffari sono tutti sprovvisti di sms gratuiti usano tutti WhatsApp.. Cosa consigliate?

    Reply

    • Avatar

      Giulia Bertani

      |

      Ciao Mary, grazie di condividere con noi queste domande! Una possibilità sarebbe quella di utilizzare più supporti, per poter scegliere quando essere sul web e quando no.
      Magari potresti tenere in borsa il telefono old style, installare sul computer la versione desktop di whatsapp e continuare lì a fare acquisti – io da quando non ho più lo smartphone con me riesco a resistere meglio alle tentazioni dello shopping compulsivo :).
      Per le fotografie che ami, anche nella fotografia è tornato in voga il fascino vintage della macchina a rullino, per cogliere l’attimo e rendere ogni scatto irripetibile.
      Se decidi di provare l’emozione dello scatto vecchio stile fammi sapere!
      A presto,
      Giulia

      Reply

  • Avatar

    Jonny

    |

    Ciao,ottimo articolo!Ho il mio smartphone che non ricarica piu e quindi ho ordinato il connettore nuovo ed altri pezzi per dargli una rinfrescata e per adesso sto utilizzando un vecchio nokia xpress music.
    Non avere whatsapp ti cambia la vita,basta suoni e notifiche di amici e conoscenti,se mi volete telefonatemi.l’unica cosa che rimpiango è la fotocamera,ma per il resto mi sento piu libero e sereno

    Reply

    • Avatar

      Giulia Bertani

      |

      Ciao Jonny, grazie davvero per il tuo commento! È davvero bello riscoprire il piacere di chiacchierare e ridere al telefono: quelle sono emozioni che sono insostituibili, non c’é messaggio, emoticon o vocal di whatsapp che tenga :)!

      Reply

  • Avatar

    mavortium

    |

    Alla riscoperta dell’uso di un non-smartphone, mi sono imbattuto nel tuo articolo. Giusto ed interessante, ha raccolto bene tutte le impressioni che anche io ho avuto usando uno smartphone. Tuttavia, oramai alcune applicazioni sono divenute indispensabili (ad esempio quelle delle banche). Ho risolto la questione con un vecchio modello dual sim (una personale e una per lavoro) che porto sempre con me, e uno smartphone con una sim solo dati, che uso come una sorta di appendice del pc e che tengo generalmente in borsa per usarlo quando serve.
    Non sono nuovo a questi downgrade. Qualche decina di anni fa, tornai per un periodo a scrivere usando una macchina per scrivere al posto del computer, col risultato di asciugare e rendere migliori i miei pezzi depurandoli delle “superfetazioni” fiorite grazie all’uso del word processor.

    Reply

  • Avatar

    angelo morbidoni

    |

    Cari vecchi cellulari , ieri eri affascinato dai vari modelli che uscivano sul mercato tutti con qualche diversita’ nella forma , oggi il supertecnologico smartphone tutti uguali un rettangolo e lo schermo nero

    Reply

Leave a comment

Fai crescere la tua impresa con il nostro servizio di segretariato a distanza.

Con noi assicuri alla tua attività una reperibilità telefonica ottimale, anche 24h su 24:

  • ✓ Gestione chiamate, agenda appuntamenti, e servizio fax virtuale
  • ✓ Segretariato madrelingua anche in inglese, tedesco, francese e spagnolo
  • ✓ Applicazione smartphone gratuita per iOS e Android
  • Richiedi un’offerta senza impegno e per il tuo primo mese ottieni un bonus di 25 € sulle telefonate e zero costi di canone.

    Le informazioni fornite saranno archiviate in conformità con la nostra politica sulla privacy per elaborare la vostra richiesta di contatto.

    Posso revocare questo consenso in qualsiasi momento.*