Supereresti il test dell’equilibrio perfetto tra lavoro e vita privata?

“Equilibrio tra lavoro e vita privata”: tutti lo inseguono, pochi riescono a trovarlo, e ogni azienda che tenga alla propria immagine dichiara di poterlo garantire ai propri dipendenti. Ma le cose stanno veramente così? 
Quando è stata l’ultima volta che ti sei chiesto se hai una vita equilibrata, se riesci a dare lo stesso peso al lavoro e al tuo benessere personale? Se non te lo ricordi, allora è giunto il momento di porti queste domande:

  • Lavori più di 40 ore a settimana?
  • Resti spesso in ufficio più a lungo del normale orario di lavoro?
  • I tuoi colleghi o superiori ti chiamano fuori dagli orari di lavoro o mentre stai lasciando l’ufficio?
  • Hai delle difficoltà a ritagliarti delle ore libere per partecipare a eventi importanti (come il compleanno dei tuoi figli o il tuo anniversario di matrimonio?)
  • Arrivi a casa esausto, troppo stanco per goderti il tempo con la tua famiglia?
  • I tuoi sentimenti rispetto al tuo lavoro sono più legati allo stress che non alla soddisfazione?
  • Ti è mai capitato di passare notti insonni a causa di preoccupazioni lavorative?
  • Pensi di non avere abbastanza tempo da dedicare alla tua crescita personale o al tuo passatempo preferito?
  • Passi abbastanza tempo con la tua famiglia? I tuoi figli sono spesso già a letto quando torni a casa?

Se hai risposto affermativamente ad almeno una di queste domande, allora il tuo equilibrio lavoro-vita privata ha bisogno di un’aggiustatina…

Hai mai pensato di cambiare lavoro perché la tua posizione attuale non riesce a garantirti la vita equilibrata che desideri?

Come te, anche i tuoi colleghi, dipendenti e collaboratori avranno preso in considerazione questa possibilità almeno una volta nella vita. Da recenti ricerche è risultato addirittura che questa insoddisfazione per la propria vita lavorativa riguarda circa tre italiani su quattro.

Ciascuno di noi vuole cose diverse, e nessuno mette in discussione che per un datore di lavoro sia praticamente impossibile soddisfare le esigenze di tutti. Ci sono però alcune aspettative costanti: generalmente, tutti i dipendenti insoddisfatti desiderano avere più flessibilità, distanze più brevi tra casa e lavoro, e orari di lavoro ragionevoli per poter passare più tempo con la propria famiglia.

Tecnologia mobile: libertà o schiavitù?

Lo sviluppo della tecnologia mobile avrebbe dovuto portare con sé la ridefinizione di un compromesso più flessibile tra vita privata e vita lavorativa. Tablet, Smartphone, connessioni Internet ad alta velocità: tutto questo avrebbe dovuto rendere il nostro lavoro più facile e più sostenibile. Nella realtà dei fatti però le cose sono andate per il verso opposto, e la mobilità delle nuove ha finito per rendere più sbiadita la separazione tra vita professionale e vita personale. La conseguenza è che per molti il lavoro diventa qualcosa di onnipervasivo, dal quale è quasi impossibile “staccare la spina”.

Anche l’ultimo rapporto del Kelly Global Workforce Index ha mostrato come per il 37% dei lavoratori globali uno dei principali svantaggi della tecnologia mobile sia la difficoltà di separare nettamente lavoro e vita e stabilire dei limiti tra le due sfere. Un altro dato significativo della ricerca mostra come per il 30% dei lavoratori svolgere la propria attività in remoto tramite dispositivi mobili produca la tentazione di lavorare più del necessario e di non prendere le dovute pause durante il lavoro.

Il rischio di questo sovraccarico non è soltanto per i dipendenti, che sempre più spesso presentano i sintomi dello stress da lavoro correlato, ma anche per i datori di lavoro, che rischiano di perdere dipendenti validi ed esperti.

Come promuovere un miglior equilibrio tra lavoro e vita privata e fare felici i propri dipendenti:

Come può un datore di lavoro creare le condizioni per un equilibrio ottimale tra vita e lavoro per i propri dipendenti?

Ecco alcuni consigli che possono produrre risultati positivi a lungo termine:

  • Non chiedere ai tuoi dipendenti di lavorare per più del tempo concordato
  • Non aspettarti che i tuoi dipendenti lavorino anche una volta tornati a casa dall’ufficio
  • Adotta contratti di lavoro flessibili, definisci chiaramente le tue aspettative in merito e dai al tuo team la possibilità di mettersi alla prova lavorando anche da remoto
  • Riconsidera le tue politiche per i dipendenti che hanno una famiglia: prevedono abbastanza tempo per il congedo parentale?
  • Concedi ai tuoi dipendenti il tempo per prendersi delle pause dal lavoro oltre alla semplice pausa pranzo, e incoraggiali a fare qualcosa di piacevole durante queste pause (leggere, ascoltare musica, studiare, fare sport, etc.)
  • Premia il tuo team con permessi e tempo libero extra quando le loro performance superano gli obiettivi prefissati, e aggiungi questo tempo ai giorni di ferie disponibili nel corso dell’anno
  • Fai qualcosa di speciale una volta ogni tanto e assicurati che i tuoi dipendenti la ricorderanno: ad esempio, portali a cena fuori per festeggiare dei risultati, proponi dei “team event”, oppure un venerdì manda tutti a casa dopo la pausa pranzo!

Molti datori di lavoro fanno l’errore di dimenticare troppo facilmente che un impiegato felice è un impiegato produttivo. E un dipendente è effettivamente appagato soltanto se ha la sensazione di condurre una vita equilibrata tra lavoro e vita privata, e quindi di avere abbastanza tempo per se stesso.

E ora prova a immaginare: quanto aumenterebbe la produttività del tuo business, se tutti i tuoi dipendenti fossero effettivamente dipendenti felici?

Ti piace questo articolo? Condividilo con i tuoi contatti!

Tags: , , , ,

Trackback from your site.

Giulia Bertani

Giulia Bertani è Assistente Marketing presso Segretaria24.it. In questo blog si occupa di temi di interesse per liberi professionisti e imprenditori che desiderano migliorare la propria produttività e ampliare il proprio portfolio clienti.

Leave a comment

Fai crescere la tua impresa con il nostro servizio di segretariato a distanza.

Con noi assicuri alla tua attività una reperibilità telefonica ottimale, anche 24h su 24:

  • ✓ Gestione chiamate, agenda appuntamenti, e servizio fax virtuale
  • ✓ Segretariato madrelingua anche in inglese, tedesco, francese e spagnolo
  • ✓ Applicazione smartphone gratuita per iOS e Android
  • Richiedi un’offerta senza impegno e per il tuo primo mese ottieni un bonus di 25 € sulle telefonate e zero costi di canone.

    Le informazioni fornite saranno archiviate in conformità con la nostra politica sulla privacy per elaborare la vostra richiesta di contatto.

    Posso revocare questo consenso in qualsiasi momento.*